mercoledì 8 giugno 2011

Come escludere i tag automatici da Facebook


Purtroppo la già annunciata e tanto temuta piaga del riconoscimento automatico dei volti, nelle foto di Facebook, da oggi è una realtà. Unita al suggerimento di tag - ovvero il tag "coatto" (nel senso di "forzoso") - prevediamo che le due funzioni possano contribuire nei prossimi giorni a peggiorare notevolmente la vita all'interno del più grande social network del mondo.

Ovviamente, come per ogni altra occasione in cui una nuova "feature" della piattaforma rischiava di creare scontento, il tag coatto non è stato annunciato ufficialmente e, soprattutto, è stato attivato di default a tutti gli utenti mondiali, dopo un periodo di prova dedicato solo agli statunitensi. E' inutile elencare una serie di situazioni più o meno imbarazzanti nelle quali il tag automatico potrebbe fare la differenza.

Era così difficile fare in modo che la possibilità di essere riconosciuti e suggeriti fosse una funzione "opt-in" (cioè da includere su richiesta dell'utente), piuttosto che una "opt-out" (da escludere su richiesta, e dopo molte ricerche spesso vane dell'opzione giusta nelle impostazioni)?

Se volete fare a meno di questa "novità", potete cliccare su questo link e togliere la spunta dalla casella alla voce "Consenti agli amici delle persone taggate nelle mie foto e nei miei post di vedere tali elementi".

Share/Save/Bookmark

martedì 15 settembre 2009

Cosa vuol dire taggare qualcuno in uno status di Facebook, e come si fa

Una delle ultimissime funzionalità rivelate questa settimana agli utenti di Facebook, insieme alla possibilità di inserire o editare le didascalie delle foto "al volo" (direttamente della pagina delle foto in questione), è il tag nello status.

Cosa significa? Da oggi, ogni qualvolta che nominerete qualcuno dei vostri amici in uno status (esattamente come facevate in una nota) potrete fare in modo che: 1) lui riceva una notifica del fatto che è stato "nominato" in un vostro status; 2) che il suo nome diventi un link cliccabile indirizzato al suo profilo, come avviene nelle foto e via discorrendo.

E' davvero una straordinaria possibilità espressiva e comunicativa in più che il vecchio Facebook ci regala. Come si fa a taggare un amico in uno status, dunque?

Basta inserire una chiocciolina @ nel campo di testo in cui scrivete lo status. Noterete che apparirà un menù a tendina in tutto e per tutto simile a quello che si apre per i messaggi privati, quando dovete scegliere il nome del destinatario di uno di essi. Cominciando a digitare le prime lettere di un nome, potrete selezionarlo con un semplice click, fra le scelte presentate dal sistema. Facile no?

Share/Save/Bookmark

sabato 25 luglio 2009

Il film su Facebook si farà e sarà prodotto da Kevin Spacey

Ormai è ufficiale: Kevin Spacey produrrà il film su Facebook. Non si intitolerà "The accidental Billionaires" (come il libro di Ben Mezrich da cui è tratto: "I miliardari accidentali"), ma "The social network".

Ancora non si sa quasi nulla del cast. Solo due cose sono certe: il film, come il libro, del resto, creerà e sta già creando molti imbarazzi al management di Facebook, per via delle libertà e dei sarcasmi che si permette nei confronti di figure come Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, descritto più che altro che qualcuno che si è trovato al posto giusto nel momenti giusto, anche per attribuirsi qualche idea non proprio sua.

"The social network" comincerà con tutta probabilità ad essere girato entro la fine del 2009.

Share/Save/Bookmark

venerdì 3 luglio 2009

Su Facebook Farmville comincia a rincorrere seriamente FarmTown

All'inizio sembrava solo uno dei tanti cloni di un'applicazione di grande successo, e dal meccanismo di funzionamento abbastanza geniale da risultare, in brevissimo tempo, una vera e propria dipendenza (ma molto, molto divertente).

Stiamo parlando di Farmville, nuovo gioco su piattaforma Facebook che imita per molti versi FarmTown, ma che forse presenta addirittura qualche marcia in più. Vedremo in un successivo post quali sono questi punti di forza nel dettaglio, dandovi solo uno spunto per ora: la straordinaria didatticità che giochi complessi come Farmville possono offrire ai propri utenti. Per non parlare della grafica decisamente più piacevole, rispetto a FarmTown.

In poche settimane dal suo lancio, Farmville è riuscito già a raggiungere l'ottava posizione nella classifica dei giochi più usati su Facebook, relativa allo scorso mese di giugno. Per intenderci, colossi come Pet Society e FarmTown si trovano rispettivamente al terzo e quinto posto di questa classifica, dominata da Texas Hold 'Em. Non male davvero, comunque, per un'applicazione che partiva come clone.

Share/Save/Bookmark

giovedì 18 giugno 2009

Come eliminare dalla home page di Facebook quiz e applicazioni noiose

Se, come noi della redazione di Facebook Italia, dopo un primo entusiasmo iniziale, non amate più come un tempo le centinaia di quiz e test psicologici cui i vostri amici continuano a sottoporsi, la soluzione che fa per voi è molto semplice.

Si chiama Facebook Purity e rimuove completamente dalla faccia della vostra home page ogni "impurità", come dice il nome stesso di questo piccolo trucco che sarà un toccasana per gli utenti che amano più le applicazioni ufficiali di Facebook (come foto, post in bacheca, e compagnia bella) piuttosto che quelle che inviano pecore, baci o morsi di vampiro, e poi hanno anche la discrezione di farlo sapere a tutti in giro.

Per far funzionare Facebook Purity, innanzitutto, bisogna che usiate il browser Firefox, che è scaricabile da qui, sia per utenti Windows che Mac. Dopodiché, bisognerà installare un'estensione per Firefox (una sorta di plug-in) che sia chiama Greasemonkey, che permette di eseguire script con grande facilità e automatismo. Greasemonkey la scaricate da qui.

Infine, basterà cliccare qui per installare automaticamente Purity e, dal successivo riavvio di Firefox, provare per credere, non ci sarà più traccia di qui e applicazioni fasulle sulla vostra amata e, un tempo, interessante, home page di Facebook.

Share/Save/Bookmark

venerdì 12 giugno 2009

Facebook è finalmente fra le opzioni di condivisione di YouTube

Finalmente, dopo mesi di attesa, YouTube ha deciso di ufficializzare un'integrazione con Facebook Connect. Già aveva integrato Twitter, e davvero non si riusciva ad immaginare una spiegazione per il fatto di non aver ancora fatto altrettanto con Facebook, che è oltretutto molto più esteso e più "antico" di Twitter.

Ora è possibile autenticarsi tramite Facebook sul sito di YouTube e condividere automaticamente sul nostro social network preferito i video appena caricati.

Inoltre, come sempre, per condividere sul vostro profilo di Facebook (e, di conseguenza, sulla home page dei vostri amici) un video che vi è piaciuto particolarmente, basterà cliccare sul pulsante apposito, giusto sotto il player, accanto a quello dedicato a MySpace.

Un bel passo avanti per gli utenti di Facebook appassionati di video sharing.

Share/Save/Bookmark

lunedì 8 giugno 2009

Un po' di trucchi per Farm Town - prima puntata

Farm Town è il gioco agricolo che è salito in poche settimane dal suo lancio fra le applicazioni per Facebook. Nessun altro aveva saputo aggregare tanti utenti e tanti utenti disposti a tornarci, per giunta, in così poco tempo. E' previsto che superi in numero di accessi anche Pet Society, molto presto.

Ecco qualche trucco per tirare fuori il meglio dalla nostra proprietà terriera virtuale.

Il primo è senza dubbio questo. I punti esperienza, a Farm Town, si acquistano compiendo azioni, e queste azioni, come sapete, sono perlopiù cose come smuovere il terreno (1 punto xp) o seminare (2 punti xp). Il punto è che fra aratro e semina deve passare del tempo, diverso per ciascuna coltura. E la coltura più conveniente come tempi è senz'altro l'uva: solo 4 ore fra "ploughing" e "sowing". Dunque l'uva è la coltura migliore per fare punti rapidamente. Inoltre, se in un solo giorno riuscite a compiere tutto il ciclo produttivo dell'uva, ci risulta che sia anche la coltura più redditizia in assoluto, per quantità.

Share/Save/Bookmark
Blog Widget by LinkWithin