lunedì 9 marzo 2009

Perché creare una pagina professionale su Facebook

Alla luce dei prossimi cambiamenti nel design e nell'interfaccia della pagine professionali di Facebook, una piccola guida su come trarre il meglio da un'attività di social branding sul nostro network di amici (e, ormai, non solo) preferito.
Innanzitutto, c'è da fare una breve riflessione su come le ultime modifiche alle nostre possibilità professionali su Facebook abbiano cambiato o cambieranno il rapporto fra Facebook e Twitter. Fino ad ora, è stato senz'altro quest'ultimo ad essere il preferito delle celebrità o dei marchi che volessero fa da sé (e ci sono casi di grande successo, anche inaspettato, a riguardo) o dei social media director che ne curassero l'immmagine online. I motivi sono stati sostanzialmente due: 1) la possibilità di mimetizzarsi del tutto fra i tweet di amici reali, rispettando in tutto e per tutto, anche graficamente, il format cui siamo abituati; 2) l'assenza di un tetto massimo di amici da cui farci seguire.

Aggiungiamo anche la semplicità di utilizzo (a fronte, però, di una non sempre immediata comprensione, da parte dei non addetti ai lavori, del meccanismo di funzionamento), ed ecco il perché della supremazia di Twitter, perfino su Facebook, in questo campo in ascesa. Unico vero limite, soprattutto in Italia: la minore diffusione rispetto a un servizio, come Facebook, che offre tanto in più a livello di features (basti pensare al successo della condivisione delle foto, immediato anche in un paese come il nostro).

Ora, Facebook ha fatto sì che anche le famose pages avessero uno spazio molto più simile ai profili personali, e ha concesso che queste avessero un numero infinito di fan. E' questo il motivo per cui i sostenitori di Twitter e gli esperti di social media in generale sono così in fibrillazione, in questi giorni. E non hanno tutti i torti, se si pensa al fatto che il nuovo Facebook professionale, al pari di quello ricreativo, sarà in real-time, come è stato annunciato da tempo. Se solo gli status di Facebook potessere essere ricercati, e anche da fonti esterne, come accade pressoché da sempre (o da quando la cosa ha qualche importanza) per Twitter, sarebbe davvero la svolta per l'uso professionale del social network in blu, come lo definiamo noi.

Share/Save/Bookmark

9 commenti:

  1. Sarà un toccasana per i politici. Non so onestamente per le star del cinema o della musica, che saranno troppo sommerse dai commenti e dalle proposte indecenti.

    RispondiElimina
  2. Ciao ragazzi, un consiglio... per promuovere un marchio come ad esempio il nostro portale di fotografia e style http://iShotPix.com secondo voi è più opportuno lanciare un gruppo o una pagina fan? Finora ho notato che le pagina fan non risultano molto "interattive", la gente vi si iscrive e basta, finisce lì... non so se mi spiego.

    RispondiElimina
  3. Da domani, sarà senz'altro più indicato usare una pagina fan. I gruppi resteranno per aggregazioni di utenti privati. Tutto quello che riguarda la promozione sarà da affidare alla pagina fan. Speriamo che la risposta sia stata esaustiva!

    RispondiElimina
  4. PER PROMUOVERE UN RISTORANTE MEGLIO UN APAGINA FAN O UN PROFILO?

    RispondiElimina
  5. Una bella pagina fan senza dubbio. Un profilo sarebbe contro le regole di Acebook e rischierebbe di essere prima o poi rimosso.

    RispondiElimina
  6. Siamo una onlus e stiamo avviando una campagna nazionale per il sostegno a distanza. Meglio una pagina fan, un profilo o un gruppo? Possiamo usare solo risorse gratuite.

    RispondiElimina
  7. Ho fatto una pagina su facebook della mia associazione ma praticamente posso fare pochissimo, non c'è un modo per "ingannare" i controlli di facebook e registrare la mia associaizone come profilo personale?

    RispondiElimina
  8. Io volevo sapere come posso fare per leggere un commento scritto in picolo su facebook, vorrei sapere si si puo ingrandire il testo e come si fa ?

    RispondiElimina
  9. Amministro una pagina su facebook ma non mi da la possibilita' di scrivere su un'altra pagina perche'?

    RispondiElimina

Blog Widget by LinkWithin